Taberna del Principe

  • TABERNA DEL PRINCIPE (2)
  • TABERNA DEL PRINCIPE (5)
  • TABERNA DEL PRINCIPE (6)
  • TABERNA DEL PRINCIPE (7)
  • TABERNA DEL PRINCIPE (1)
  • TABERNA DEL PRINCIPE (4)
  • TABERNA DEL PRINCIPE (3)

Siamo alla Taberna del Principe a Sirignano, in provincia di Avellino, alle porte dell’Irpinia ed al confine con l’agro nolano. Qui il principe Giuseppe Caravita nel 1884 diede una forte identità al piccolo borgo ed è proprio a lui che Giovanni Arvonio ha dedicato il suo ristorante e i suoi rinomati spaghetti con le zucchine, noti anche come spaghetti alla Nerano.

La Taberna è un ristorante sobrio, elegante e dallo stile ricercato, con una trentina di posti a sedere ed una carta dei vini, da definire quasi innovativa e ben curata, proposta in formato digitale, che offre un’ampia quantità di etichette.

In un territorio dove il richiamo dei fusilli al ragù e delle coste di agnello alla brace è tuttora forte, questo giovane cuoco ama sfidare il gusto con una cucina nuova, ora lieve, talvolta raffinata realizzata con contrasti decisi ma al contempo leggeri, indiscutibilmente legata al territorio che Giovanni ritiene una fonte preziosa sia per i prodotti agro alimentari offerti, che per la tradizione culinaria. I suoi piatti sanno divertire, con eleganza e personalità identitaria.

Prodotti utilizzati

Papaccella napoletana - Vincenzo Egizio
Antichi pomodori di Napoli - Vincenzo Egizio
Conciato romano - Le Campestre
Fagiolo dente di morto di Acerra - Vincenzo Egizio

 

Carmasciano
Asprinio d’Aversa
Maiale nero casertano
Pomodoro San Marzano

 

 

Albicocca pellecchiella del Vesuvio
Pomodorino del piennolo del Vesuvio

Piatti dell'Alleanza