A proposito dell ‘ evento ” i semi di Rita “

E' passata meno che una settimana  dall’evento “I Semi di Rita”, svoltosi presso l’Hotel dei
Congressi di Castellammare di Stabia ed ancora aleggiano nell’aria sentimenti forti di
commozione, soddisfazione ed amicizia.
La serata è iniziata con il racconto partecipato e ricco di emozione di Gaetano Pascale,
past president di Slow Food Italia (anche se, per l’innata modestia, a lui non piace
questa definizione, ci perdonerà per usarla ancora a testimonianza del nostro orgoglio)
dal quale è emerso quanto sia ancora presente ed evidente, ad oltre due anni dalla
scomparsa, la generosità, la produttività di Rita Abagnale e l’energia positiva che è
riuscita e riesce ancora a trasmettere in tutti noi. Tutto ciò si manifesta anche
nell‘impegno profuso dalla sua famiglia nella dedizione continua a perpetuarne il lavoro
e nell’entusiasmo dei Cuochi dell’Alleanza che ogni anno, con armonia ed estrema
professionalità, gettano il cuore oltre l’ostacolo per la perfetta riuscita della serata.
La stessa è proseguita, come ormai da consolidata tradizione, con il premio del Pastificio
Di Martino, quest’anno assegnato ai produttori del Pecorino di Carmasciano Presidio
Slow Food in fieri, e con la convinzione che sempre più importanti Aziende siano
sensibili e comprendano il valore universale delle idee e dei progetti associativi.
A conclusione dell’evento l’apoteosi finale, con la presenza di oltre 300 ospiti al
momento conviviale e dei numerosissimi Cuochi, Pizzaioli e Pasticcieri aderenti al
Progetto Alleanza Slow Food di Campania e Basilicata e degli amici di Slow Food e
dell’Alleanza.
Tutto il gruppo di lavoro di Ferdinando Rossi si fa testimone della sua prorompente,
contagiante propositività e carica motivazionale e lo ringrazia per la sua guida, sempre
opportuna, comprensiva e tollerante nella risoluzione degli inevitabili ostacoli e
“inciampi” nel difficile percorso di coordinamento: la buona riuscita dell’evento, che
riteniamo aver verificato senza tema di smentite, la dobbiamo certamente a lui alla
famiglia Abagnale, ai Produttori dei Presìdi, e a tutti gli amici di Slow Food e dell’Alleanza
nella convinzione che tutto ciò sia il modo migliore per perpetuare gli insegnamenti e le
idee di Rita e nel cui solco intendiamo procedere con rinnovato fervore.
Per la trasparenza, tutti i ristoratori hanno offerto gratuitamente la loro opera e gran
parte delle materie prime e le restanti sono state messe a disposizione degli sponsor
tecnici e dei produttori dei Presìdi. Di conseguenza, l'incasso netto della cena verrà
devoluto in beneficenza suddiviso per l’80% all'Ambulatorio di Nutrizione del Presidio
Ospedaliero di Pagani che si occupa delle problematiche di alimentazione delle persona
affette da patologie oncologiche e per il 20% all'iniziativa della "mensa
popolare" nel quartiere di Santa Chiara a Napoli.

Comments are closed.